27 marzo giornata Mondiale del Teatro: il messaggio 2021

La Giornata Mondiale del Teatro: ogni anno un artista diffonde un messaggio di pace tra i popoli e sul teatro. Quest’anno è l’attrice Helen Mirren

Oggi è il 27 marzo. Che data è? E’ la Giornata Mondiale del Teatro!

La giornata Mondiale del Teatro è stata creata al Congresso I.T.I. (International Theatre Institute) di Vienna nel 1961, su proposta di Arvi Kivimaa, scrittore, poeta e registra teatrale finlandese.


Perché proprio il 27 marzo? Perché la data, il 27 marzo 1962, coincideva con la cerimonia di inaugurazione del Teatro delle Nazioni che si svolgeva a Parigi.


Una ricorrenza che da allora si ripropone nel mondo grazie all’I.T.I. un’organizzazione internazionale non governativa nel campo delle arti della scena, fondata al Congresso dell’UNESCO di Praga nel 1948 che conta ad oggi 120 centri nazionali in tutti i continenti. E’ l’istituzione responsabile delle celebrazioni della Giornata Mondiale del Teatro (il 27 marzo, appunto) e della Danza (29 aprile) in Italia.


Spettacoli, cerimonie, teatro per ragazzi tanto che anche il Ministero dell’Istruzione ha promosso il concorso nazionale, giunto alla sesta edizione, “Scrivere il teatro” organizzato da ITI Italia, rivolto alle scuole di ogni ordine e grado, per la scrittura di una breve opera teatrale originale che faccia riferimento ai diritti umani e al disagio giovanile.

Il testo è messo in scena dalla classe vincitrice, coordinata da esperti e professionisti, proprio il 27 marzo (anche se chiaramente quest’anno la data è rinviata). L’opera è poi raccontata attraverso un film documentario trasmesso in differita streaming a tutte le scuole italiane. La giuria, infine, indica ogni anno tre opere, una per la scuola primaria, una per la secondaria di I grado e una per la secondaria di II grado, da cui verranno creati estratti scenici e restituzioni video.


In occasione di questa ricorrenza, una personalità del teatro è invitata a scrivere un messaggio rivolto a tutti i teatranti del mondo. un augurio di pace tra i popoli e sul tema del teatro.

La sede dell’Unesco di Parigi solitamente ospita l’artista incaricato per la lettura e diffusione nel mondo del messaggio che è tradotto in diverse lingue. Il primo “messaggio internazionale” pubblicato sui quotidiani e diffuso a livello globale sugli organi di informazione nel 1962 fu di Jean Cocteau.

L’attrice Helen MIRREN
(ph. Trevor Leighton), fonte iti-worldwide.org)


Oggi, vista l’attuale situazione, il messaggio arriva dal web.

E’ quello di Helen Mirren, attrice britannica, naturalizzata statunitense, vincitrice di moltissimi premi, tra cui l’Oscar per The Queen- La regina del 2006 e l’Orso d’oro alla carriera, nel 2020 al Festival del Cinema di Berlino.

Notissima al cinema, è attivissima in teatro.

Nel suo messaggio ricorda la fatica del momento presente, le difficoltà date dalla pandemia e dalla chiusura dei luoghi della cultura, ma anche la grande capacità degli artisti di saper essere creativi. In qualunque momento dell’esistenza.

Molti si sono raccontati grazie a internet e hanno tenuto vivo l’interesse per le arti attraverso il web.

Il teatro è questo: racconta.


Gli esseri umani si sono raccontati da sempre storie, da che esiste il mondo. L’impulso creativo di scrittori, designer, ballerini, cantanti, attori, musicisti, registi, non sarà mai soffocato.


Sarebbe come smettere di respirare.

Sarah Pellizzari Rabolini

International Theatre Institute ITI
World Organization for the Performing Arts

World Theatre Day Message 2021 by Helen MIRREN
“This has been such a very difficult time for live performance and many artists, technicians and craftsmen and women have struggled in a profession that is already fraught with insecurity.
Maybe that always present insecurity has made them more able to survive this pandemic with wit and courage.
Their imagination has already translated itself, in these new circumstances, into inventive, entertaining and moving ways to communicate, thanks of course in large part to the internet.
Human beings have told each other stories for as long as they have been on the planet. The beautiful culture of theatre will live for as long as we stay here.
The creative urge of writers, designers, dancers, singers, actors, musicians, directors, will never be suffocated and in the very near future will flourish again with a new energy and a new understanding of the world we all share.
I can’t wait!”

Tutte le info sulla Giornata Mondiale del Teatro, clicca qui

Per le Chicche di Caffè del venerdì, clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close