Giuseppe Galizia, artista creativo e vulcanico

Giuseppe Galizia

Nome e cognome Giuseppe Galizia

Città d’origine Nato a Milano, ma cresciuto con una educazione siciliana (padre e madre siciliani)

Segno zodiacale Sagittario ascendente Sagittario (1 su centomila … così dicono!)

Colore preferito Azzurro e tutte le sue gradazioni. Il secondo colore preferito è ocra, anche se non ho mai capito che colore fosse, ma mi piace il nome!

Cibo preferito
Sono un goloso di dolci: Cannolo siciliano, paste di mandorla, meringata, millefoglie.
Cibi salati: gli involtini della mamma e … le patatine di ogni forma e genere.

Il tapper Giuseppe Galizia

Musical preferito visto
42nd street a New York: uno shock per gli occhi e per le orecchie

Musical preferito interpretato
Hello Dolly (regia di Saverio Marconi e coreografie Fabrizio Angelini) spettacolo complesso ed emozionante, senza pause … ogni sera per circa 200 repliche mi fermavo in quinta a guardare la insuperabile Loretta Goggi (Dolly Gallagher Levi) nella sua canzone-monologo.
Poi ci sono altri titoli a cui sono affezionato: “A Chorus Line”, “Dance”, “La febbre del sabato sera”, “Cats”, “Billy Elliot”, “Kinky Boots”, “We will rock you”, … meglio fermarci qui!

Punti di riferimento
Il punto di riferimento più importante sono i miei genitori: sono stati attenti ‘consiglieri’ in tutte le mie scelte senza mai intromettersi troppo!

A livello artistico ho un riferimento per ogni disciplina: nella recitazione Gigi Proietti, nella danza Mikhail Baryshnikov e Gregory Hines, nel canto Frank Sinatra.

Poi ci sono altri punti di riferimento che sono i miei insegnanti … soprattutto quelli che, durante gli studi, non mi hanno mai detto … bravo!

Cosa ti piace fare quando non sei sul palco?
Quando non sono sul palco, mi piace creare situazioni dove posso stare su un palco … Scusate il giro di parole! Mi piace molto scherzare, ridere e far ridere gli altri: quando facevo l’università nel tragitto in metropolitana mi piaceva intrattenere i ‘passeggeri’ con qualche gioco.

Vi ricordate: SACCO PIENO e SACCO VUOTO? Diverte e tonifica le cosce!
Una volta ho rischiato l’arresto!

Che formazione hai?
Sono laureato in Scienze dell’Informazione (ora si chiama Informatica), mentre i miei studi artistici hanno come luogo di partenza il California Dance Center di Milano, un centro per la formazione dove si allenavano tutti i professionisti di Milano. Oltre a essere un performer, sono un tapper, ovvero un ballerino di tip tap in continua evoluzione perché viaggio molto per la mia formazione (New York, Parigi, Stoccolma, Londra, Roma).

Insegnare o stare sul palco?
La cosa che dico sempre: Il palco ti dà la linfa vitale che ti serve per insegnare!
A dire il vero ho iniziato a insegnare prima ancora di stare sul palco. Addirittura ho fatto il coreografo per alcuni spettacoli, alle scuole superiori, senza aver ancora ballato.
Quando sono salito sul palco per la prima volta pensavo che avrei abbandonato l’insegnamento e, invece, è stata una costante della mia vita.

Quando ero in tournèe, se mi trovavo a Bari con un spettacolo a Bari, il lunedì ero a Milano a insegnare per poi ripartire il giorno dopo per Genova.
La collezione di tazze di Giuseppe Galizia

Puoi esprimere tre desideri: comincia!
Cambiare il mondo portando la bellezza dell’arte a tutti.
Girare il mondo in 80 giorni.
Salute e serenità a tutte le persone che conosco e mi hanno lasciato un pezzo del loro cuore.

Fai un saluto a …
Saluto tutti i sognatori, come me, perché i sogni aiutano a vivere, trasformando le idee in realtà.

E tu che caffè sei?
Caffè lungo aromatizzato alla nocciola servito in una tazza di un musical: sono un collezionista di tazze, le famose ‘mugs’, e di programmi di sala dei musical: ho più di 80 tazze comprate nei teatri più famosi del mondo dopo aver visto il musical … il primato spetta a Broadway!
Ovviamente ogni giorno cambio tazza e la giornata prende il sapore del musical raffigurato sulla tazza!

Cosa stai facendo in questo momento? (Non nel senso di lavoro, ma ora, adesso mentre mi scrivi)
Sto lavorando a uno spettacolo per i ragazzi che studiano musical: sto riscrivendo un copione … sorseggio il mio caffè nella tazza di Mary Poppins, ascolto la radio: stanno trasmettendo le canzoni di un musical che ho fatto: “We will rock you”.
Quando non sono sul palco mi piace giocare con i materiali per creare delle piccole opere.
Negli ultimi due mesi ho fatto un quadro raffigurante la Marilyn di Andy Warhol usando esclusivamente le capsule di una famosa marca di caffè: “Marilyn, what else!”.

Il quadro di Marilyn realizzato da Giuseppe Galizia con le capsule del caffè, esposto nell’atrio di Area Dance di Milano

Sarah Pellizzari Rabolini

Si ringrazia Giuseppe Galizia per la chiacchierata e le foto.

Vi aspettiamo martedì prossimo!

Categories PassaportoTags , , ,

0 thoughts on “Giuseppe Galizia, artista creativo e vulcanico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close